Chi si nasconde fra i miei libri?

Libri

Chi si nasconde fra i miei libri? Avrei dovuto specificare che sono tanti. Proprio tanti! Quindi qualunque cosa sia o chiunque sia, si nasconde proprio bene. Ti è venuta un po’ di curiosità? Vediamo di scoprire di chi ti voglio parlare.

Nell’ultimo articolo, eravamo rimasti alle mie letture per la formazione di grafica.

Come in tutte le professioni, non basta fare un buon corso. Bisogna approfondire e farlo secondo quello che diventerà il proprio percorso lavorativo. Inoltre, ogni argomento cambia e si evolve continuamente: sarebbe un male perdersi il futuro.

Pit, il fabbro!

Del resto, questa è anche la filosofia di Fucine Assolute. Nel logo, c’è un fabbro con cappello a bombetta ed una barba di moda. Rappresenta il connubio fra ciò che è l’antico sapere tramandato e l’innovazione, fra saggezza artigiana e futuro. L’uno non deve escludere l’altro. Nei vecchi gesti di un tempo, si celano grandi segreti, come la cura, l’attenzione, la manualità, la gestualità ripetuta con rinnovata passione, e molto altro.

Blog, libri e grafici

Le prime letture sono state di blog di grafici per scoprire che i loro autori esistono davvero. Lo avreste mai creduto? Gli ho scritto e mi hanno risposto! Sto scherzando, ma ho sempre pensato che in questo mondo di eccessivo stress da tecnologia, se scrivi a qualcuno difficilmente ha il tempo e la cura di risponderti. Sono rimasta piacevolmente stupita.
I miei due preferiti mi hanno sempre risposto, ogni volta che ho avuto bisogno di consigli. Sono persone molto carine, gentili e disponibili. Come posso non presentarvele? Sono in ordine di apparizione nella mia vita di grafica, Roberto Iadanza autore di Freelanceforlove e Lorenzo Miglietta di Grafigata!. Ancora oggi li seguo e se volete chiedergli consigli, scrivetegli.

Non direi che è una cosa così scontata che le persone rispondano. Mi è capitato che più di qualcuno non lo abbia fatto.

Dai blog ai big

A scuola di grafica ci hanno suggerito di leggere qualche libro di Bruno Munari. È stato uno dei più grandi protagonisti nel XX secolo nel settore dell’arte, della grafica e del design. Quindi come non leggere i suoi libri che sono propedeutici a qualunque disciplina artistica ci si voglia dedicare? Quindi, a grafici ed artisti, sicuramente consiglio:

Poi ci sono i libri da cui ho imparato anche qualcosa dal punto di vista umano. Sembra curioso essendo libri di marketing e branding, vero?
Mentre leggevo mi chiedevo: se dovessi applicare a me le regole di mercato vincenti o le strategie di branding?

Volumi di un certo peso

Eppure, ciascuno si basa sulla coerenza e la genuinità di ciò che dovremmo ad un nostro cliente. Ma se i nostri clienti fossero i nostri cari ed i nostri amici? La risposta è personale, perciò la lascio cercare a te, la tua. Pensaci su!

I libri importanti anche da un punto di vista umano, sono stati:

Unica donna citata, Francesca Sanzo. È una persona che scrive benissimo e che si fa umanamente amare.

Manca qualcuno!

Scrutare
Surprice!

Chi si nasconde dietro ai miei libri? Surprice! Perché in inglese? Perché la sorpresa è inglese! 😉
Bene, dovete sapere che fra le varie letture non ho davvero potuto esimermi dal leggere un libro che tutti i grafici conoscono. Il libro in questione è Work for money, design for love di David Airey.
Insegna come diventare dei liberi professionisti nella grafica, ed è sorprendente la quantità di suggerimenti che dà, dal più importante sulla gestione del cliente alla cosa più banale come “mi raccomando, non stare sempre davanti al computer, ogni tanto alzati e stira i tuoi muscoli”, oppure “cerca di bere molta acqua, stare davanti ad un monitor disidrata”.
Ci sono anche molte interviste ad altri grafici in giro per il mondo, che raccontano cosa hanno fatto di geniale per farsi notare o dove hanno fallito. Credo proprio che abbia imparato molto, oltre lo scopo del libro.

Mr David Airey

D. Airey è diventato un grafico famoso e come mi ha insegnato nel libro, gli ho scritto per chiedergli il permesso di parlare di lui e di potervelo presentare in foto. L’insegnamento è proprio quello di contattare la persona di cui vuoi parlare, per chiedergli l’autorizzazione a farlo. Ovviamente l’ho fatto anche per poter scrivere di Roberto Iadanza, Lorenzo Miglietta e Francesca Sanzo.

Dall’Irlanda, mi ha risposto ed è stata una persona deliziosa, così come traspare dal suo libro. Molto gentile e molto friendly. Davvero una bella persona.
Non mi aspettavo che una persona famosa si scomodasse, ma lo ha fatto dicendo: ” Ti ringrazio per esserti presa del tempo per leggere i miei libri e scrivermi”. Quanta bellezza in tanta umiltà! C’è molto da imparare in un gesto così! Grazie di cuore, ad una bella persona che mi ha resa felice come una bambina.

Chi è Davide Airey?

David Airey

Se ti è piaciuto davvero molto questo articolo, puoi condividerlo sui social, attraverso il link che trovi sotto a queste righe.

Di certo amerei leggere un tuo commento e/o un suggerimento di buone letture. Puoi anche raccontarmi una tua esperienza con qualche BIG! Ti suggerisco di usare il form subito dopo queste righe, per scrivermi. Grazie!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.